SPEDIZIONE GRATIS in 2 giorni a partire da 59€

Come lavare il tuo kigurumi

La guida definitiva per mantenere il tuo kigurumi morbido e colorato come il primo giorno

Un vecchio saggio un giorno disse:

"Le cose belle devi lottare per averle e se le ottieni devi lottare ancora per tenerle"

E non c'è nulla di più vero. 

Chi ci conosce e conosce gli originali kigurumi Sazac sa bene che acquistare questi splendidi costumi giapponesi prima dell'arrivo del nostro e-commerce era pressoché impossibile. Infatti molti appassionati di kigurumi prima di conoscere l'originalità e la qualità dei prodotti Sazac, hanno acquistato dei prodotti simili risparmiando certo, ma a quale prezzo?

L'immagine che segue non è adatta ai deboli di cuore.

Kigurumi aspettative e realtà

Bene, ora che avrai chiaro anche tu il motivo per il quale il marchio SAZAC è sinonimo di qualità e originalità andiamo a vedere insieme come lavare nel migliore i nostri morbidi kigurumi senza rovinarli.
 

Ecco 4 consigli per mantenere nel tempo il tuo kigurumi come se fosse appena uscito dalla scatola:
 

1. Il primo lavaggio del tuo kigurumi

La prima volta è sempre speciale, per tutto, ma anche per il tuo kigu! 

Per il primo lavaggio del tuo kigurumi in lavatrice, ti consigliamo di utilizzare un lavaggio a freddo, perché?

Per il semplice fatto che un primo lavaggio a freddo aiuta i vividissimi colori del tuo pigiama a fissarsi, ciò vuol dire che i colori rimarranno sempre più accesi nel tempo anche se, dal secondo lavaggio in poi, inizierai ad utilizzare un ciclo standard a 30 gradi.

Perciò ricorda, il primo lavaggio sempre a freddo, dal secondo in poi, lavalo come vuoi 😄

Queste informazioni altamente riservate sono frutto di anni di conoscenza dei kigurumi e dei segreti del mestiere tramandati di generazione in generazione, fino ad arrivare ad oggi. Utilizza queste conoscenze con estrema saggezza e non le divulgare troppo, noi di Kigumania ci teniamo a conservare i nostri segreti 🤭
 

2. Capovolgi il tuo kigurumi prima di buttarlo nella lavatrice

La prima cosa da fare ogni volta che vorrai lavare il tuo kigurumi sarà quella di capovolgerlo per far si che rimangano all'interno tutte le parti in rilievo (quali, nasini, corni, orecchie e bottoni) che potrebbero compromettere il funzionamento della tua lavatrice o rovinare prematuramente tutti quei componenti che rendono unico il tuo amato kigu. Inoltre, capovolgere i tessuti, farà in modo che gli stessi si conservino più al lungo lasciando immutate le loro caratteristiche nel tempo.

Questo piccolo accorgimento consentirà al vostro pile di rimanere morbido e coccoloso molto più al lungo.

3. Detersivi e ammorbidenti da usare per il tuo kigurumi

Per lavarlo puoi utilizzare qualsiasi tipo di detersivo. Questo non comprometterà minimamente le maestose fattezze del tuo peluche indossabile.

Per l'utilizzo dell'ammorbidente invece la storia cambia. Ricorda sempre di utilizzare solo ammorbidenti concentrati e di qualità. Così facendo, oltre ad essere ancora più profumato, il tuo pigiamone manterrà la sua morbidezza originale senza irrigidirsi mai.

Puoi utilizzare qualsiasi modalità di lavaggio per il tuo Kigurumi ma, se un lavaggio standard ti preoccupa ti consigliamo di utilizzare il ciclo gentile, per capi delicati.

D'altronde come abbiamo scritto all'inizio dell'articolo le cose belle devi lottare per tenerle, anche se in maniera delicata.

 

4. Come asciugare il tuo kigurumi

E tu, come asciugheresti il tuo Kigurumi dopo il lavaggio?

Utilizzare un’asciugatrice o mettere il kigu a stendere?

É questo il dilemma.

In realtà vanno bene entrambi i modi per asciugarlo, l'unica cosa è che andrebbero utilizzati dei piccoli accorgimenti per fare un lavoro a regola d'arte.

Ad esempio se utilizzi un’asciugatrice ti consigliamo un ciclo delicato e, nel caso in cui al primo tentativo il kigurumi non risulti completamente asciutto, ti suggeriamo di ripetere il programma. D'altronde se al primo tentativo non sarà perfettamente asciutto al secondo avrai un risultato impeccabile al 100%, è matematico 😉

Mentre invece se deciderai di stenderlo il consiglio è quello di tenere il capo lontano dalla luce diretta del sole, non perché i kigurumi appartengono alla famiglia dei vampiri, ma per il semplice fatto che la luce alla lunga potrebbe alterare i colori originali del tuo pigiama attivando un processo di scolorimento dei tessuti.

Certo, lo scolorimento dei tessuti avviene solo quando un capo viene esposto per periodi lunghissimi alla luce del sole, però insomma, se si può evitare, si evita no?

D'altronde un kigu senza colori è un po' come un cielo senza le stelle, cioè bello, per carità, ma con le stelle è un’altra roba.

É TUTTO
 

Facile no?

Questi piccoli accorgimenti saranno utili per donare la vita eterna al tuo amato kigurumi. Ricorda di applicare queste piccole accortezze ad ogni lavaggio per mantenere intatto nel tempo il tessuto e i fantastici colori del tuo amato pigiamone.

Condividi questo articolo se ti siamo stati utili o invialo a qualche tuo amico che possiede già un kigurumi ma non sa come lavarlo.

Salviamo i kigurumi da una pessima fine! 🐼

 
Saluti da Kigumania

CONSEGNA IN 2 GIORNI

Gratis a partire da 59€

RESO FACILE E VELOCE

Fino a 30 giorni dall'acquisto

PAGAMENTO SICURO

Con carte, PayPal o alla consegna